One Piece 1074: sotto l’ala del Drago, il sonno della ragione, linotype revolution

da Stefano 'Cenere' Potì
2928 visualizzazioni

Dove l’inseguono, corre con lui la rivolta, e là di dove l’han cacciato… l’inquietudine resta.’

– Bertold Brecht, Elogio del rivoluzionario

L’arte di resistere.

Salve genti, nuova analisi, capitolo 1074: colpo di spugna.

E si, la frase calza a pennello, direi. Perché ciò che avviene nel capitolo riguarda tutti – ripeto, tutti – i pezzi rilevanti sulla scacchiera di One Piece.

Definiamo un punto, questo capitolo è pura meraviglia. Per il sottoscritto. Beh, per onestà intellettuale: anche a me son girate quando il ricordo di Orso è stato interrotto. Ci concentreremo quindi sulla mole di informazioni presenti nel capitolo. C’è da parlare, genti.

Oh… se c’è da parlare.

Ordunque, una cosa alla volta, daje de Elzeviro

Lo strappo

Le saghe di One Piece hanno dei temi, universali, assoluti, le gherandi domande. Tornando seri. Non che Oda si imponga di educare le masse, figuriamoci, ma state sicuri che qualche messaggino, qui e lì, lo vuole trasmettere.

O non avrebbe trattato il razzismo, il patriarcato becero, la paura del diverso.

Fin dal principio ho definito Egghead una saga basata sulla moralità, e ce lo sta dimostrando. L’ascendente di questo segno narrativo è la ribellione: la rivolta.

Non impermeabile alla vista, la moralità è nelle scelte di uno scienziato un po’ vittima un po’ carnefice, perché Vegapunk non è un santo. Quindi parleremo di Bonney, parleremo del paradosso costituito dai ricordi di Orso-boy, parleremo del gesto di Morgans.

Perché forse non è quello che sembra.

Fidatevi del vostro Cenere di quartiere. Tratteremo tutto, con dovizia di particolari, nei paragrafi specifici. Soffermiamoci sulla mini-avventura. Sapete che le tratto solo se rilevanti. Beh, questa lo è.

‘Lo scopo della scienza non è aprire la porta alla saggezza infinita, ma porre un limite all’errore infinito.’

– Bertolt Brecht, Vita di Galileo

Lo strappo è proprio riferito ai MADS. Fare netti riferimenti alla trama contemporanea è magnifico, impreziosisce l’arco finale. Brillante. Questa è indubbiamente un piccolo Inception, guardiamo la mini avventura del Cap 1072

Ora quella corrente

È lampante, stesse persone, stessa posizione, stessi macchinari alle spalle. Oda sensei fa passare diversi messaggi:

  • è trascorso del tempo
  • non sappiamo se VP faccia già parte del governo
  • ma soprattutto, le strade si sono già divise

Beh, almeno per logica

  • Caesar nella 1072 indossava pantaloni, qui invece, quel pinocchietto e quei colori: sono puro Yves Saint-Doffy pour homme
  • Judge porta chiaramente stemmi e insigne del Germa 66, più chiaro di così
  • Queen ha perso il braccio, chioma con richiamo ai Mongoli e baffetti inconfondibili in stile Fu Manchu. Che Kaido l’abbia reclutato per il look? Non direi proprio, si direbbe che ci sguazza già in quel di Wano

Questo, per logica. Sarei lietissimo se il sensei continuasse a raccontarci questa spassosissima vicenda, mi gaso per robe simili.

Vegapunk sotto i riflettori del premio è stato intercettato dalla Marina? Plausibile. Questo è il lato più frivolo e brioso di Egghead. I MADS sono scienziati pazzi. I Mad doctor per eccellenza. Piccole favole nere nell’immaginario comune, dalla pazzia di Peter Cushing in Distruggete Frankenstein!. O magari il Golem di Paul Wegner. Passando per Peter Sellers nel Dottor Stranamore fino alla (da me già citata) Isola del Dr Moreau. Potrei andare avanti per ore. Magari citiamo la ciliegina sulla torta. Vogliamo parlare del Dr Rotwang in Metropolis di Fritz Lang? Vicenda in cui casualmente il mad di turno perde il braccio sinistro? Braccio che sostituisce con una protesi di metallo come Queen? In cui ha ricreato il suo amore perduto come Ogback? Lì dove avviene una rivolta popolare con macchine e uomini?

Ma guarda te le coincidenze.

Queste mini-avventure sono spassosissime. Servono a ricordarci la vera natura di questi individui. Geniali, deliranti, megalomani. Menti eccelse, combinatori di disastri.

Soli contro il mondo.

Questo era l’antipasto, genti. Addentriamoci in questo densissimo capitolo con le parole del mad dr per eccellenza, Frank-N-Furter in The Rocky horror picture show

‘Don’t dream it, be it!’

‘Non sognarlo, fallo!’

Signore, signori: capitolo 1074…

Pretty hate machine

‘Generale, l’uomo è molto utile. Può volare e può uccidere. Ma ha un difetto: sa pensare.

– Bertold Brecht

Come fai ad essere libero, se non sai cosa ti rende schiavo?

Questa domanda mi arrovella la mente da mesi, ed è l’apostrofo che congiunge Imu-sama e Morgans. Tranquilli, ci arriveremo.

Il capitolo inizia con lo scontro fra governativi e il nuovo giocattolo di VP, i Mark 3. Oda riorganizza le pulsioni fantascientifiche di Egghead, e ci fornisce quella che fu la fanteria di Star Wars, ossia gli Stormtrooper, dopo il Orso-poliziotto (chad) arrivano i soldati (very chad). E sono intimoriti dal Governo… tanto quanto lo sarebbe Terminator davanti una cesta di gattini.

Iniziando a giocare duro, durissimo.

Efficenti, impietosi, travolgenti: questi sono Pacifista non Seraphim. Non hanno proprio niente di umano. So che vi frulla per il teschio, lo so, perché ci sto pensando anche io. Il Bubble Shield e il fattore comando. Andiamo con ordine.

Bubble Shield: va da se che richiami il Nikyu Nikyu no Mi, stessa trasparenza ok, ma la foggia, sviluppi e plasmabilità sono totalmente diversi. Basandoci sull’osservazione, direi che non sono la stessa cosa. Il nikiu ha forma di un palloncino, come venisse gonfiato da gas interno, lo shield ha un non so che di detersivo, guardate tutte le vignette in cui compare, è duttile e si modella come una scia. È vero, deflette il colpo del lanciamissili, si. Ma con la sua stessa sostanza.

Perché, in realtà, Orso-boy deflette i colpi con i cuscinetti stessi, osservate pure, che sia un colpo di incontro

O diretto alla distanza

Lo shield – sulla carta – non funziona come il nikiu. In tutte le vignette è simile ad un detersivo, con tanto di bolle, a volte se ne contano fino a 10, quindi non sono le dita della zampa. Perché, anche per applicazioni diverse (quando estrae il dolore di Luffy) compaiono sempre in maniera chiara

Senza aggiungere come è disegnato, traslucido e quasi liquido. Indubbiamente richiama il frutto. Certamente non lo escludo. Peccato che Orso abbia la classica giacca collezione VP 2022-2023, perché solamente il Green Blood nelle braccia farebbe la differenza nell’equazione.

Passiamo al fattore comando che per praticità chiameremo, Sentomaru-boy in: io odio il lunedì.

E sì che era il suo giorno libero. Allora, boni, calmi. Lo so, e lo sapete anche voi. Che sarebbe sopravvissuto intendo, una cosa così telefonata che alla nostra nausea è salita la nausea. Non che odi Sentu-boy (pg fighissimo), ma, santo Cielo, me lo presenti con bende ed escoriazioni?

Era stato trapassato da parte a parte.

E si che ricordiamo la scena, quando il marine arriva da dietro

‘SOTOMAYOR!’

– Capitano Tiger Lucci

Mille scuse, è più forte di me.

In ogni modo, Sentu-boy impartisce l’ordine di scortare VP, assicurarsi che possa partire con i Mugi, a qualsiasi costo. In una analisi parlai della differenza tra androidi e cyborg. È notevole, soprattutto quando c’è differenza tra cyborg e cyborg. Intendo come viene impostato il chip nella mente, quale codice comportamentale tracci le loro priorità.

Anche avessero una base come clone (il corpo) questi sono automi: fedeli alla logica delle macchine. I Seraphim hanno autocoscienza, addirittura (in determinate occasioni) libero arbitrio, ossia: quel che ti rende umano. E spero vivamente ci dia grandi risvolti narrativi.

Perché, che tu sia un patchwork di pelle e circuiti integrati, macchina, clone, se provi emozioni: sei umano.

I Mark 3 sono macchine, armi di distruzione di massa, e hanno un solo comandamento… udire e ubbidire. Ovviamente in molti si sono chiesti la differenza nella gerarchia di comando. Perché ricevano ordini tramite lumacofono. Beh, non lo ricevono così. Sentu-boy creca di contattare VP, poi non risponde deliberatamente alla Marina, finisce lì. Perché – si evince chiaramente dalle vignette – lui dà l’ordine in presenza, difronte ai Mark. Lui è (ed è sempre stato) il comandante del Pacifista, qui non ci sarà una partita a ping-pong con l’ordine 66.

Questo configura Saturn come punta del vertice Seraphim, ma di certo non Pacifista. E non sta scritto che la gerarchia di comando dei cloni sia quella descritta, ricordiamo che VP è il creatore: un conto è far credere qualcosa, tutt’altro la verità.

Senza considerare che se il drago celeste ha raggiunto successivamente Kizaru... le cose cambiano. Assumendo tinte fosche.

Egghead fotografa una scena al suo inizio, con un impatto devastante e la ferale immaginazione di Oda; il risultato potrebbe essere sopra qualsiasi aspettativa.

L’inizio di un apogeo apocalittico quale sarebbe una guerra finale.

Nexus 6 (e le pecore elettriche)

Pensava in altre teste, e nella sua, altri oltre a lui… pensavano’

– Bertolt Brecht, L’opera da tre soldi

Momento Cluedo. I Mugi ei 6 satelliti si riuniscono e fanno il punto della situazione. Bonney è nelle vicinanze, VP è scomparso, per un fattore visivo, nessuna telecamera lo rileva. C’è chi si muove dietro le quinte, è chiaramente un frangente esterno di trama, in base agli elementi, si può supporre:

  • un satellite ribelle, faccio sempre lo stesso esempio: in una situazione di emergenza (una rapina, qualunque fonte di stress) siete sicuri quale lato del vostro carattere prenderebbe il sopravvento? Non direi. Uno Shaka X (visto che presto VP ci saluterà) potrebbe benissimo pensare: la scienza e il progresso vengono prima di tutto, solo il governo può garantirmi i mezzi necessari. Giusto per dirne una
  • Caribou-boy, non si sa chi abbia disattivato le difese, l’attacco al Labo giustifica i punti ciechi delle telecamere, il pirata aveva inglobato (con il frutto) un gruppo di sirene per venderle. Che problema c’è per un nanerottolo come VP? Senza contare gli intrallazzi del er Monnezza di One Piece, colui che deve riferire ad una certa persona
  • VP stesso è poco chiaro. Certamente non si presenta come malvagio. Ma, la mente di uno scienziato è una specie di camera iperbarica emozionale. Un po’ come il vuoto morale che si insegna agli avvocati, che devono essere in grado di difendere chiunque. VP sembra un buono, si. Ciononostante non ha esitato a rifiutare i rivoluzionari per mancanza di fondi. A fare il doppio gioco con la Marina. A praticare la sperimentazione umana e animale. Dal suo (scientifico) punto di vista… è giusto

Non sto attribuendo nessuna natura specifica, nessun piano machiavellico, ho riassunto i punti di interesse. Perché qui c’è chiaramente un cavillo che non conosciamo. Non insulto la vostra (e la mia) intelligenza inventandomi fuffa.

Sicuramente invece ci sarà il delirio nella Fatal di oggi, vi lascio il link!

https://m.twitch.tv/bikeandraft?desktop-redirect=true

L’esplosione di Pithagoras riguarda proprio chi agisce dietro le quinte. E ha un motivo preciso.

Questo scontro tra scienza e istinti. Questa caccia alla verità. Allegria mesta in mezzo alla tempesta. Cyborg e androidi. Come non pensare a Philip K. Dick quando scrisse il meraviglioso Ma gli androidi sognano pecore elettriche?

Per chi non lo sapesse, è quella genma da cui hanno tratto il capolavoro Blade Runner.

E di che parla?

  • repressione sistematica da parte dell’autorità
  • sostanze sintetiche e androidi
  • il tema principale: cos’è reale e cosa non lo è, cosa sia umano e cosa non lo sia

Ma guarda te le coincidenze.

Egghead è una saga basata sulla moralità. Un effluvio di echi dal passato e riottosità al conforme. Una battaglia ideologica tra lo scientifico e l’etico.

Blade Runner in manga

La perdita dell’innocenza

‘Il genere umano tende a ricordare gli abusi a cui è stato sottoposto piuttosto che le carezze. Cosa resta dei baci? Le ferite, invece, lasciano cicatrici.

– Bertold Brecht

Il filo di Bonney, Arianna docet. Il labirinto è la mente di Orso.

Li c’è il motivo (e l’origine) del titolo Il Tiranno. Non vi enuncio fatti chiari, che sapete estrapolare da voi. Ragioniamoci insieme, vecchi cuori.

Orso è in una condizione estrema, piange disperato, è sporco, vittima di chiare sevizie. Ferito, gli mancano alcuni denti: non è chiaro se per denutrizione o percosse. Diamo credito all’oggettività

  • le prime figure sembrano malmesse quanto lui, si pensa ad altri schiavi, gente in stato di necessità. Ma, in generale, gli schiavi soventemente hanno solidarietà fra loro. A meno che: la situazione non sia veramente disperata, o uno di loro non sia stato scelto per qualcosa di specifico. E debba immolarsi, o commettere qualcosa di atroce. Di certo non esiste empatia, lo stanno letteralmente massacrando
  • le seconde figure sono Tenryubito: Draghi celesti. Torna la schiavitù e la ribellione, difatti in parallelo c’è la scalata verso Mary Geoise. Ricordate cosa scrissi settimane fa? Spero che Orso sia lì per regolare i conti

Certamente potrebbero esserci risvolti completamente nuovi, inaspettati. Che potrebbero accreditare una natura feroce e oscura a Orso-boy. E qui i conti tornano. Tristemente, ma tornano. Anche per il punto di vista narrativo. Perché noi vediamo con gli occhi della piratessa. Tenetelo a mente, perché in questo momento Bonney siamo noi. Vivremo la verità di Orso attraverso i suoi occhi, e non credo che sarà piacevole. Una volta usai questa frase per Nico Robin. Quanto mi sbagliavo, pensate a Orso in questi termini

‘Non c’è cattivo piu cattivo… di un buono che diventa cattivo’

– Bud Spencer

E beh. Non si possono prevedere ragioni, dettagli, non è la nostra storia. Dobbiamo leggerla per sapere. Ma, la logica fa pensare

  • Il Tiranno può essersi macchiato di colpe orribili, atroci. Gesti che vuoi con tutto il cuore non sappia la figlia che ami
  • stessa ipotesi, aggiungendo che (in maniera diretta o indiretta) Orso abbia distrutto o ucciso qualcosa/qualcuno che Bonney amava. Ipotesi stilata sia da Straic che da Mind, mi affascina ed è squisitamente shonen. Come nel proverbio, la musica placò la bestia. Il sorriso della bimba ridiede al Tiranno la sua umanità?

Avete notato quanto Bonney sia irascibile quando lo chiamano tiranno? Sembra le tocchino un nervo scoperto. E se (inconsciamente) lei abbia paura di sapere ciò che sospetta? Un conto è illudersi sentendo dicerie.

Tutt’altro guardare in viso la Gorgone.

Un simile caso è riportato in Gangs of New York di Scorsese, pensate a quando Di Caprio vide una figura paterna in colui che distrusse la sua famiglia, ricordate cosa pensa di se stesso?

‘È una strana sensazione essere accolti sotto l’ala del drago, ci si sta più comodi del previsto.’

Il ricordo di Orso sarà, in una maniera o nell’altra… triste e bellissimo.

L’ego in rivolta

‘Chi ride per ultimo non ha ancora sentito la cattiva notizia.’

– Bertold Brecht

Morgans.

Ricordate la frase che mi arrovella?

Come fai ad essere libero, se non sai cosa ti rende schiavo?

In un articolo parlavo di suffragio silenzioso. Beh, così è. Nessuno ha eletto Imu-sama, nessuno sa che esiste. Eppure detiene il potere.

Mi avete contattato in parecchi/e, esternando la delusione per il modo di porsi del giornalista. Perché la frase finale sulla verità e la menzogna, l’intrattenimento: è da pezzo di me*da. Assolutamente. Ma lui è così, il vecchio cuore non ha salvato Wapol e Vivi? Può averlo fatto per la tiratura dei giornali, certo. Può averlo fatto per intervistarli e fare ancora più zizzania, oh si.

Ma, riflettete sulla risonanza mediatica. Una notizia si spande un tot. Un gossip, un rumors, uno scandalo... hanno un’escalation esponenziale. Antropologicamente accertato. È nella natura umana.

Se fosse Gaban, o una figura rilevante della vecchia era: sarei felice come Dodò ad un Rave. Perché? Perché le parole sono potere. Roger fu riconosciuto Re... perché fu chiamato così dai giornali. Ok, stop. Magari Morgans è solo un infame, un Arlecchino anarchico. Nessuno ha la verità in tasca.

Come la vedo io? Cosa spero? Beh. Che sotto il suo anonimato Zoan ci sia un vecchio cuore. Che la sua sfrontatezza nell’accusare Luffy sia figlia del creare quanto più hype sui fatti che cambieranno il pianeta. Anonimato Zoan, già.

Morgans è la cifra stilistica di un detto: per nascondere qualcosa… mettila perfettamente in vista.

A proposito di stile!

La doppia natura di Lucci tra il Killer e lo statale annoiato. Una ricostruzione oculata delle gerarchie con panoramica completa sulle ragioni del tradimento. Ninomiya Sontoku, le vere origini di Orso: tra mito e realtà. È il video del Re, imperdibile

Calibro Galileo

Ho scomodato il maestro Brecht di proposito, per la sua potenza evocativa. Spero di avervi intrattenuto, e indotti a riflettere.

Egghead è terra di nessuno.

A partire dal binomio istinto-etica, collisione tra realtà e menzogne. Lì dove il sonno della ragione genera mostri. E dove forse, solo forse… un uomo buono dovette diventare tiranno: per essere eroe.

Godiamoci il viaggio, genti

Infelice è la terra che ha bisogno di eroi’

– Bertold Brecht, Vita di Galileo

Cenere

Related Posts