Come Funziona il frutto Toshi Toshi Di Jewerly Bonney?

da Francesco Lionetti
1567 visualizzazioni

Il meraviglioso flashback dedicato a Kuma e sua figlia Bonney ci ha guidati verso il climax della saga di Egghead a suon di lacrime, sorrisi e tanti sani spunti di riflessione, che abbracciano non soltanto l’aspetto umano ed emotivo dei personaggi in questione, ma anche quello che riguarda le loro capacità in combattimento, una componente sempre fondamentale per un battle shonen. In questo mio piccolo sfogo di passione non andrò quindi a parlare della vita di Jewelry Bonney, visto che le tavole di Oda sono già fin troppo eloquenti e rischierei di cadere nel banale, ma mi focalizzerò, come mio costume, sull’analisi del suo potere e dell’utilizzo che il personaggio ne fa, in modo da dare, nel mio piccolo, un quadro chiaro e approfondito per facilitarne la comprensione. 

Etimologia e concetto di base

Dal punto di vista etimologico la parola Toshi () significa letteralmente “età”, ed il suo kanji è costituito da due elementi: la parte di sinistra indica una pianta che cresce, mentre la parte di destra raffigura la persona. Questa coppia di simboli rappresenta quindi la crescita dell’individuo, il suo “invecchiamento”, e l’abilità di Bonney racchiude essenzialmente questo concetto. La “Mangiona” può infatti alterare la sua età e quella di chiunque entri a contatto con lei, ma la saga di Egghead ci sta regalando diverse sfaccettature di questo potere, alcune più comprensibili, altre decisamente fantasiose e peculiari..

Nel capitolo 1094, ad esempio, la figlia di Kuma sfoggia una tecnica chiamata “NDE” (Near Death Experience), che le ha consentito, mediante l’utilizzo di un’arma da fuoco, di far vivere psicologicamente un’esperienza pre morte ad alcuni marines intenti a catturarla, e ciò conferma che i suoi poteri possono andare a colpire non solo i corpi dei nemici, ma anche la loro sfera mentale. Nel 1101 il personaggio mostra un’altra mossa che ha scatenato diversi dibattiti, ovvero il “Distortion Future”: un’alterazione vera e propria del proprio corpo creata dall’immaginazione di se stessi nel futuro, appunto. 

Il funzionamento del Toshi Toshi no Mi

A chiarire il funzionamento dei poteri di questo particolare frutto ci ha pensato quel lestofante di Jaygarcia Saturn, l’uomo che ha rovinato la vita di Bonney e che su di lei ha compiuto, per sua stessa ammissione, svariati esperimenti. Come detto in precedenza Bonney può alterare l’età di chiunque riesca a toccare, ma quando si parla di applicare un futuro distorto, e quindi non classificabile come “classico” o “naturale”, le cose cambiano drasticamente. 

Nel 1103 la Supernova tenta di replicare il Distortion Future utilizzato nel flashback contro Alpha, ma il suo colpo non ha sortito il minimo effetto sul Dio protettore della Scienza. Ciò è dovuto al fatto che l’efficacia di questa tecnica è strettamente legata alla forza dell’immaginazione del possessore, in una maniera simile, per certi versi, all’utilizzo della magia in Berserk. In sostanza il detentore di questo potere deve credere con forza in ciò che immagina per poterlo realizzare, e Bonney, dopo tutte le sofferenze che ha vissuto nel corso degli anni, ha familiarizzato sempre più con la realtà e la sua immaginazione, di conseguenza, si è drasticamente indebolita. 

Logico intuire che l’applicazione dei poteri del Toshi Toshi non risulti particolarmente impegnativa se ci si limita semplicemente ad invecchiare o ringiovanire qualcuno, ma quando si tratta di immaginare un futuro distorto, specialmente su se stessi, la condizione fondamentale affinché la trasformazione risulti efficace è quella di crederci fermamente. Anche nel mondo reale familiarizzare troppo con la realtà può portare ad indebolire il fanciullino che alberga dentro ognuno di noi, ma se lo si custodisce e protegge con cura nulla diventa impossibile o irrealizzabile, perché in esso risiede un’eterna e meravigliosa voglia di sognare.

Related Posts