Home Approfondimenti One Piece Elbaf, ispirazione e previsioni sulla saga

Elbaf, ispirazione e previsioni sulla saga

1336
CONDIVIDI
elbaf

Ciao a tutti e bentornati su One Piece Mania!

Usopp ha compreso le vie del guerriero e l’orgoglio di un duello proprio durante lo scontro tra Dorry e Brogy. Come risultato, vede spesso i guerrieri di Elbaf come fonti di ispirazione nella realizzazione del proprio sogno. Dopo tale incontro ha infatti deciso di recarsi ad Elbaf per incontrare i fieri guerrieri. È quindi sicuro che avremo un viaggio della ciurma di Cappello di Paglia ad Elbaf. Ma cosa possiamo ipotizzare per tale arco narrativo?

Elbaf: Origine del nome

Si è sempre dato per scontato che Elbaf fosse il nome della famosa isola dei Giganti. E anche io come voi l’ho sempre pensato. Per fortuna il Re ha deciso di ricontrollare dalla versione giapponese i dialoghi originali, la quale conferma che non viene mai affiancata la parola isola al nome Elbaf. La sua ricerca ha portato alla luce anche un secondo elemento, ossia che Elbaf non è altro che il villaggio in cui vive la ciurma dei pirati Guerrieri Giganti, di cui prima Jarr e Jarl e poi Dorry e Brogy erano i capitani.

Ad ogni modo, il villaggio di Elbaf è contenuto nel Warland, che ricorda moltissimo sia la parola Vinland, ossia il nome che i vichinghi diedero alla porzione di America settentrionale che raggiunsero nei loro viaggi dalla penisola scandinava, sia la parola Ásaland, ossia la terra d’origine degli dèi scandinavi e uno dei nove mondi della cosmologia della mitologia norrena, connesso agli altri dall’albero Yggdrasill. Lampante la citazione di Oda, infatti se si guarda l’isola dei Giganti nel flashback di Big Mom, vediamo quello che potrebbe essere lo stesso albero mitologico. 

Come lo stesso Re ci fa notare, la “scoperta” che Elbaf è un villaggio dà un nuovo peso alle parole di Saul, che come abbiamo visto affermava di non essere un Gigante di Elbaf. Stando a quanto detto, Saul potrebbe essere nativo della medesima isola dei pirati Giganti, ma non dello stesso villaggio e quindi clan, anche se abbiamo letto nel capitolo 867 che, sparse lungo la Grand Line, esistono, anche se in numero molto esiguo, nazioni di Giganti, il che tiene comunque in vita l’opzione che provenga da un’isola diversa. Sia come sia, i Giganti di Elbaf sono malvisti perfino all’interno dell’intero popolo di Giganti, in quanto ritenuti dei barbari… un po’ come i pirati Vichinghi erano visti dai comuni cittadini della Scandinavia!

Elbaf: Loki e il Ragnarok

lokiCome ormai ben sapete, Oda si è ampiamente ispirato ai vichinghi nella realizzazione della sua opera. Nella ultima saga abbiamo inoltre avuto la conferma che il popolo di Elbaf si ispiri proprio al mito norreno. Il principe di Elbaf si chiama Loki, il quale prende il suo nome dal Dio norreno della grande astuzia e degli inganni. Paragonato ad altre divinità ambigue aventi il ruolo del trickster, Loki è una figura molto ambivalente nel Pantheon norreno e la sua caratterizzazione è spesso delineata come un personaggio intento ad architettare inganni e cospirazioni, senza però mai agire di persona. Loki, nel mito, è anche una delle cause del Ragnarok.

Il Ragnarok è la battaglia finale tra le potenze della luce e dell’ordine e quelle delle tenebre e del caos, in seguito alla quale l’intero mondo verrà distrutto e quindi rigenerato. Loki quindi incarna il male contenuto nella stessa creazione primordiale, un male necessario che serve a ristabilire l’equilibrio cosmico. Molto probabilmente, se Oda vorrà rispettare le analogie col mito, sarà proprio lui il villain della saga di Elbaf.

Grazie ai dialoghi tra Luffy e Hajrudin a Dressrosa, scopriamo che il sogno del Gigante è quello di ricreare la flotta dei Pirati Giganti Guerrieri e di diventare il re di Elbaf. Questo, grazie al potere che avrebbe ottenuto ingerendo il frutto Mera Mera. È quindi possibile ipotizzare che i Giganti di Elbaf che si sono dati alla pirateria siano slegati dalle vicende del regno e che anzi, siano contrari al sistema politico vigente sull’isola. Nel pattern delle saghe, in ogni isola che la ciurma di Cappello di Paglia visita ci sono sistemi politici corrotti e la ciurma, in modo indiretto, riesce a ristabilire l’ordine sociale dopo averci portato prima il caos.

La saga di Elbaf ha quindi tutti i presupposti per poter narrare una versione di Oda del Ragnarok. È interessante come il male di cui Loki sembrerebbe l’incarnazione viene perlopiù reso meno spiacevole grazie alla buffoneria che lo pervade e ai suoi continui inganni geniali e spesso divertenti. Tale aspetto mi fa pensare che potrebbe avere dei forti legami con Usopp, il membro della ciurma di Luffy che più sarà protagonista in quello specifico arco narrativo. È infatti il personaggio che più desidera andare ad Elbaf per poter avverare il proprio sogno.

Elbaf: Yggdrasill e i Nove Regni

yggdrasil elbafNel capitolo 865, a inizio flashback di Big Mom, è possibile vedere un albero gigante che sovrasta l’intera isola. Tale albero è una chiara citazione dell’Yggdrasill, l’albero cosmico, l’albero del mondo della mitologia norrena. Il frassino Yggdrasill sorregge con i suoi rami i nove mondi, che costituiscono l’intero universo. Potremmo supporre che l’isola su cui c’è Elbaf sia suddivisa proprio in nove distretti o città. Alcuni dei nove regni del mito norreno sono collegabili alle creature viste nel mondo di One Piece, razze di cui non sappiamo ancora la terra natìa.

Iniziamo da NifIheimr, la terra delle nebbie, il regno del ghiaccio e del freddo nella mitologia morrera. Tale luogo è abitato dai Hrimbursar, i Giganti di ghiaccio. Gli Yeti Cool Brothers visti a Punk Hazard potrebero provenire proprio da tale regno. La razza opposta e gemella è quella dei Giganti di fuoco, che abitano nel regno di fuoco Muspellheimr.

Svartalfaheimr è, nella cosmologica della mitologia morrera, un mondo individuato nel sottosuolo dove dimorano gli Elfi Oscuri insieme al popolo dei Nani. I Tontatta, i Nani di One Piece, ci fanno sapere come secoli prima si siano trasferiti nel sottosuolo di Green Bit dopo aver preso il mare in cerca di un nuova dimora. La loro terra di origine potrebbe essere proprio il Warland e nello specifico il regno di Svartalfaheimr.

Madgard, il regno degli uomini, potrebbe essere il luogo del Warland abitato dai giganti dalla stazza di Bastille. Il viceammiraglio della Marina è infatti un membro purosangue della razza dei Giganti, ma non presenta la classica stazza cui siamo abituati a riscontrare in loro. La terra di origine di Bastille, a differenza degli altri giganti della Marina, non è ancora stata definita in modo ufficiale.

Jotunheimr è terra dei Giganti di roccia, un’altra eventuale tipologia di Giganti che potremmo trovere nel Warland.

Alfheimr è invece regno degli Elfi Chiari ed è composto da grandi distese boschive. Gli Elfi, molto utilizzati in libri e opere di genere Fantasy, sono crecature nate nella mitologia norrena.

L’ultimo del nove regni è Asaheimr (o Asaland), che come detto a inizio video è la terra d’origine degli Aesir e dei Vanir, ossia le divinita norrene. Odino, Thor, Loki e tutti gli dèi più famosi provengono da questo regno.

I Giganti che abbiamo conosciuto in One Piece potrebbero provenire proprio da questa terra. La disputa tra Aesir e Vanir cessa infine con una alleanza per fronteggiare il Ragnarok e potrebbe essere richiamato dal distacco dei pirati Giganti Guerrieri dalla patria e dal conflitto cui la ciurma di Luffy sicuramente prenderà parte.

Elbaf: Il Protettore

Del Warland sappiamo solo che si trova nel Nuovo Mondo, per quanto tale isola ci sia stata prefigurata fin dal capitolo 116. Sappiamo che gli Imperatori, a capo delle rispettive ciurme, dominano il Nuovo Mondo gestendo e amministrando le forze di svariati territori. È possibile intuire già da ora se Warland sia o meno sotto la protezione di un Imperatore Pirata? Secondo me sì.

Come già detto in precedenza, la caratterizzazione dei giganti di Elbaf è simile agli stereotipi sui Vichinghi: navi, indumenti e attacchi richiamano la mitologia nordica. Credono inoltre di dover morire in battaglia e considerano i duelli sacri perché servono a determinare chi tra i contendenti ha il favore degli dèi. Tali fattori mi fanno credere che il Warland sia sotto la protezione di un Imperatore: la sua nave e la sua caratterizzazione paiono essere proprio legate al popolo nordico e alla sua mitologia. Credo che tale protettore sia Shanks il Rosso.

Shanks è infatti ispirato ad Erik il Rosso: entrambi hanno i capelli di colore rosso scarlatto, motivo per il quale hanno ereditato il medesimo epiteto. Viaggiano entrambi su una drakkar, imbarcazione usata principalmente dai vichinchi per scopi militari e per compiere viaggi esplorativi in Islanda e Groenlandia. La prua della drakkar era decorata con minacciose teste di drago. La analogia definitiva la possiamo trovare attraverso il flashback di Mr. 3, dove vediamo le due navi utilizzate dai pirati Giganti Guerrieri di Elbaf. Le loro navi erano drakkar e il loro Jolly Roger era costituito da un teschio dotato di corna con spade incrociate, le stesse spade presenti nel Jolly Roger di Shanks. Il sacrificio del braccio di Shanks potrebbe inoltre citare Tyr, il Dio della Guerra, Patrono della giustizia e del diritto nella mitologia norrena.

Elbaf: Teach e Shanks

Il Warland potrebbe nascondere qualche informazione utile per le Armi Ancestrali o per i “100 anni di buio” e Barbanera potrebbe esservi interessato. Sarebbe anche una occasione ottimale per eliminare l’unico Imperatore rimasto a frapporsi tra lui e Raftel, ossia Shanks. Se tale arco narrativo fosse successivo a Wano e al Levely, cosa ormai confermata dalle ultime dichiarazioni di Oda, allora potremmo ipotizzare che Shanks e Teach siano gli ultimi Imperatori rimasti e che i Sette Corsari siano ormai stata sciolti. Mihawk potrebbe quindi essere insieme a Shanks, vista la necessità di protezione dalla Marina di Sakazuki. In questo modo, probabilmente, anche lui cadrebbe per mano dei pirati di Barbanera. In questo modo Luffy e ciurma avrebbero tre persone da vendicare: Shanks, Mihawk e Yasopp. La loro caduta porterebbe ulteriore astio tra le due ciurme, ma darebbe una forte motivazione a Luffy, a Zoro e ad Usopp.

Ma voi cosa ne pensate? Quanto reputate valide queste ipotesi? Alla prossima con un nuovo approfondimento, e che Odino sempre vi assista!!

Sommario
Elbaf, ispirazione e previsioni sulla saga | One Piece Mania
Nome Articolo
Elbaf, ispirazione e previsioni sulla saga | One Piece Mania
Descrizione
Ciao a tutti e bentornati su One Piece Mania! Usopp ha compreso le vie del guerriero e l'orgoglio di un duello proprio durante lo scontro tra Dorry e Brogy. Come risultato, vede spesso i guerrieri di Elbaf come fonti di ispirazione nella realizzazione del proprio sogno. Dopo tale incontro ha infatti deciso di recarsi ad Elbaf per incontrare i fieri guerrieri. È quindi sicuro che avremo un viaggio della ciurma di Cappello di Paglia ad Elbaf. Ma cosa possiamo ipotizzare per tale arco narrativo?
Autore
Nome Editore
One Piece Mania
Logo Editore
5/5 (4)