Home Approfondimenti One Piece Le 12 Saijo, le spade più forti

Le 12 Saijo, le spade più forti

2472
CONDIVIDI
one piece spade

Ciao a tutti e bentornati su One Piece Mania! Siamo ormai giunti nella terra dei samurai, patria del bushido e della “via della spada”. Ho quindi deciso, quest’oggi, di affrontare un approfondimento molto particolare per teorizzare quelle che sono le migliori spade in One Piece, le 12 Saijo O Wazamono! Ma è DAVVERO possibile capirlo?

Classificazione Spade

Tipi di lama

Le spade possono essere classificate in base al tipo di lama e al loro meito, ossia il grado di affilatura, ma prima di proseguire approfondiamo i tipi di spade:

  • Spada ad una mano occidentale
  • Spada a due mani occidentale
  • Sciabola
  • Sciabola d’abbordaggio
  • Striscia
  • Grobes Messer
  • Kukri
  • Shikomizue
  • Katana
  • Nodachi
  • Zanbato
  • Shirasaya
  • Spada ricurva
  • Urumi
  • Stocco
  • Sciabola svizzera
  • Dadao
  • Jian
  • Machete
  • Shotel.

Nella mia analisi, comunque, farò riferimento al manga sfruttando la versione ufficiale a colori, dato che nell’anime ci sono differenze tra colori e caratteristiche. Questo perché è Oda a sceneggiare l’opera ufficiale, per cui per fare qualsiasi ipotesi è necessario partire dai dettagli inseriti da Oda stesso!

Meito

In One Piece esiste una classificazione delle spade in base alla loro affilatura. Questa suddivisione riprende la reale classificazione delle meito giapponesi ma comprende lame anche occidentali, come dimostra la Kokuto Yoru di Mihawk. Meito significa letteralmente “spada famosa” o “spada eccellente”, e più che un tipo di spada è un grado di qualità. In Giappone questo significa che la spada ha una storia importante o che le sue qualità eccelse la distiguono dalle spade comuni. Ad esempio nel mondo occidentale Excalibur sarebbe considerata una meito. Quindi, come nel mondo reale, in One Piece abbiamo 12 Saijo O Wazamono, 21 O Wazamono, 50 Ryo Wazamono e un indefinito numero di Wazamono.

Questi termini sono nati nel 1815 nell’articolo “kaiho kenjaku” per valutare i diversi livelli di taglio delle lame, quindi i tagli dei corpi uno sull’altro sulla linea del bacino): le Saijo O Wazamono, le spade di suprema fattura, riescono a tagliare fino a 4 corpi; le O wazamono, le spade di ottima fattura, riescono a tagliare fino a 3 corpi; le Ryo wazamono, spade di pregevole fattura, riescono a tagliare fino a 2 corpi; le Wazamono, spade di buona fattura, riescono a tagliare fino a 1 corpo.

Hamon

Le spade possono essere ulteriormente classificate in base alla linea di tempra, chiamata anche hamon, che ne definisce l’epoca di forgiatura nel mondo reale. Possiamo distinguere quindi le Kokuto, spade nere dall’elevato peso che possiedono maggiore resistenza e durezza. Queste caratteristiche sono date dal diverso acciaio cui sono forgiate le lame. A questa categoria appartengono la Yoru di Mihawh e la Shusui di Zoro.

Yoto

Altra distinzione definisce le Yoto, ossia spade maledette portatrici di sventura e morte. Per vincere le maledizioni bisogna essere accettati dalla spada stessa ed essere persone fortunate. Infatti come sapete, in One Piece, volontà e fortuna giocano ruoli molto importanti nella trama. A questa categoria appartengono tutte e 3 le Kitetsu e la Lamento Spettrale di Law. 

Conclusioni classificazione

Tramite i tre tipi di classificazione, ossia Meito, Kokuto e Yoto, possiamo quindi capire perché la Yoru di Mihawk venga considerata la migliore spada al mondo. Come ci ricorda anche il Databook One Piece Yellow, la Kokuto Yoru di Mihawk è sia una Saijo O Wazamono che una Kokuto, quindi una spada con massima affilatura e massima durezza e resistenza. Possiamo già dedurre, da qui, una cosa molto interessante: essendo questa spada cosiderata indiscutibilmente come la miglior lama, probabilmente nessuna delle altre Saijo O Wazamono è una Spada Nera.

Lista Meito Conosciute

Prima di proseguire con la teoria, però, ci serve un ulteriore recap. Vediamo quindi la lista di tutte le Meito finora conosciute.

  • 2 Saijo O Wazamono, ossia la Kokuto Yoru e la Shodai Kitetsu
  • 3 O wazamono, ossia la Shusui, la Wado Ichimonji e la Nidai Kitetsu
  • 3 Ryo Wazamono, ossia la Yubashiri, la Kashu e la Yamaoroshi
  • 2 Wazamono, ossia la Shigure e la Sandai Kitetsu
  • 6 spade di fattura sconosciuta, ossia le spade gemelle Oto e Kogarashi, la Durandal, la Pretzel, la Shirauo e la Gryphon.

Queste ultime 6 spade sono appunto dichiarate come Meito ma non si conosce il loro grado di affilatura. Ora che abbiamo tutte le nozioni necessarie, partiamo con la teoria vera e propria!

Spade della Marina

Viceammiragli

La maggior parte dei viceammiragli della marina combatte utilizzando la spada; tra queste molte sono katane. Visto il loro grado, credo siano possessori di Meito. A differenza delle altre lame presenti a marineford, infatti, le loro spade sono state estremamente caratterizzate nel design. Probabilmente sono O Wazamono o delle Ryo, ma comunque delle meito!

Tashigi

La Yamaoroshi viene confiscata da Tashigi a Loguetown dopo che il suo proprietario, il capitano dei Pirati Yes, viene sconfitto in duello. Questa è la prima Meito che la spadaccina riesce a liberare. Nel capitolo 96, Tashigi usa una spada avvolta in un telo. Questa, chiaramente, non è la sua Shigure. Dato che ha sequestrato la Yamaoroshi a Loguetown, è possibile che sia proprio questa spada.

Spada di Shilliew

Shilliew della pioggia utilizza una Nodachi, spada che potrebbe rivelarsi una Meito. Se fosse infatti l’ultimo, o uno degli ultimi rivali da battere per Zoro, credo potrebbe essere anche una Saijo O Wazamono.

Durandal di Cavendish

La Durandal, chiamata anche Durlindana, è, secondo la tradizione, la spada di Orlando, paladino di Carlo Magno. Pare che a forgiare la spada sia stato Weland il fabbro, cui si attribuisce anche la forgiatura di Excalibur. Durandal è legata anche alle spade Gioiosa e Cortana, spade fatte dello stesso acciaio e con la medesima tempra. Tutte forgiate sempre dal leggendario Weland. Gioiosa era la mitologica spada di Carlo Magno e viene attribuita anche a Lancillotto del Ciclo Arturiano. Si pensa sia la spada conservata al Louvre. Cortana era la spada di Edoardo il Confessore Re d’Inghilterra, conosciuta anche come “Spada di Grazia”. Tale lama fa parte dei Gioielli della Corona del Regno Unito.

Spada di Rayleigh

La spada di Rayleigh potrebbe essere una delle migliori 12, dato che era uno spadaccino non fruttato della ciurma di Roger, senza considerare il suo effettivo ruolo sulla nave e il suo epiteto. Nel capitolo 0, nel pre e nel post time skip la sua spada è sempre la stessa, almeno nel manga. Nell’anime, invece, la modificano facendo sembrare che Rayleigh possieda tre spade diverse. Quindi, per Oda, Rayleigh ha mantenuto sempre la stessa spada, non separandosene mai. Altro indizio che potrebbe far pensare abbia appunto una Meito, e nello specifico, una Saijo O Wazamono.

Gryphon di Shanks

Con Shanks invece abbiamo il caso opposto. La sua spada, dal salvataggio di Luffy alla fine della guerra di Marineford, cambia. Pur rimanendo una sciabola, presenta forma e colore diverso. La spada di un Imperatore dovrebbe essere una Meito importante e infatti Oda, in una delle ultime SBS, l’ha ufficializzata come tale dandole il nome di Gryphon. Tale lama, nel suo design, pare prendere spunto da una famosa sciabola: la Napoleonica. In un momento imprecisato della storia, quindi, Shanks ha ottenuto questa spada famosa, probabilmente una Saijo O Wazamono.

Spada dell’Anziano

La spada di Yamashita ha raccolto nei secoli una grande fama, fino a diventare leggendaria. Accompagnò Yamashita durante la seconda guerra mondiale dopo aver conquistato le colonie britanniche di malesia e singapore, guadagnandosi il soprannome di “la tigre della malesia”. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, Yamashita fu processato per crimini di guerra relativi al massacro di Manila e molte altre atrocità nelle Filippine e Singapore. La spada di uno dei Cinque Anziani somiglia moltissimo alla Yamashita, soprattutto l’anello posto al livello del kashira, ossia il pomolo della spada. Vista la carica che il personaggio possiede, e visto il ruolo di epuratore per il “Capo del Governo Mondiale”, possiamo davvero ipotizzare che Oda si sia basato sulla storia della spada di Yamashita per caratterizzare la Nodachi di questo Anziano. È la lunghezza della spada ad indicarci sia una Nodachi e non una semplice Katana, per cui l’ipotesi che tale Gorosei possieda la Shodai Kitetsu viene meno, almeno secondo me.

Muramasa e Masamune

Ipponmatsu e Koshiro

Ippomatsu a Loguetown e Koshiro nel flashback dello scontro tra Zoro e Mr. 1 stanno citando i due più famosi forgiatori giapponesi, rispettivamente Muramasa e Masamune. Non si conoscono i loro veri nomi e si sa solo che sono vissuti nel periodo Muromachi, ossia XVI secolo. Masamune significa “essenza divina della giustizia eterna”, mentre Muramasa significa “pioggia di sangue”.

Leggenda Muramasa

La leggenda di Muramasa narra che, al tempo in cui Muramasa pregò affinchè le sue spade portassero “distruzione”, le divinità la imbevvero con uno spirito assetato di sangue. Tale spirito, se non soddisfatto in battaglia, avrebbe portato all’omicidio o al suicidio del portatore. Da quel giorno furono innumerevoli le storie di guerrieri che, brandendo le sue spade, finiro per diventare pazzi o per essere uccisi.

Leggenda Masamune

La leggenda di Masamune invece narra che, a differenza di Muramasa, egli non necessitava di pregare gli Dèi: era, infatti, un prete. Masamune è considerato il fondatore del Soshu, una forgiatura che rendeva le lame simili alle “stelle del cielo notturno”. Quando l’ordine dei samurai andò estinguendosi a causa della Restaurazione Meiji, la spada tornò nelle mani della famiglia dopo aver conquistato il titolo di “katana divina”.

Il Mito

Il mito vuole che i due fabbri si sfidassero in una competizione per stabilire quale tra le loro armi fosse superiore. Decisero di appendere le loro spade sopra un fiume con le lame immerse nella corrente. La spada di Muramasa tranciò pesci, rami e persino pietre. Quando la spada di Masamune passò vicino alle foglie disposte sul letto del fiume la lama le evitò lasciandole intatte. Un monaco di passaggio apprezzò maggiormente la spada di Masamune, perché non tagliava impunemente qualsiasi cosa le passasse accanto. È quindi possibile capire come le lame di Kitetsu siano ispirate alle spade di Muramasa, sia nell’aspetto che nella storia. Credo verrà quindi introdotta una Saijo O Wazamono ispirata alla storica Masamune e proprio a Wano potremmo trovare il forgiatore in possesso della famosa lama.

Le Ultime Saijo

Le ultime tre Saijo potrebbero anch’esse ispirarsi a spade storiche famose. Dovendo e volendo illazionare, vanno quindi citate, secondo me, la Gramr di Sigfriedo, la Zulfiqar di Alì, la Tizona di Cid, la Spada dalle Sette Lame, la Spada di Wallace e la Excalibur.

Gramr di Sigfrido

La Gramr, nel mito norreno, era il nome della spada che Sigfrido usò per uccidere il drago Fáfnir. Questa lama è talmente famosa da venire ripresa in moltissimi anime e videogiochi, davvero in troppi per citarli tutti! Essendo quindi una famosa spada del mito norreno e una famosa spada in ambito videoludico, trovo probabile possa essere una lama che vedremo ad Elbaf, magari in mano a Loki! Elbaf infatti si ispira pienamente al mito norreno, mentre Oda è un vero accanito di videogiochi: i due ambiti potrebbe trovarsi ben conciliati qui!

Zulfiqar di Alì

Zulfiqar è la famosa spada a due punte che Maometto donò al cugino Alì. Il significato della spada è, letteralmente, “quella che fende”, ma viene inteso anche in senso figurato, volendo alludere alla capacità di ʿAlī di sceverare il Vero dal Falso e il Male dal Bene. La tradizione vuole che sulla lama della spada vi fosse scritta la frase “non v’è spada migliore di Zulfiqar e non v’è campione migliore di “Alì”. La lama è famosa e venerara al punto che questa frase fu comunque incisa su numerose lame di guerrieri musulmani, sia sciiti che sunniti.

Tizona di Cid

La Tizona è una delle spade che la tradizione e la letteratura attribuisce a Rodrigo Diaz, conosciuto anche come El Cid. Proprio come nella concezione giapponese, a questa spada ispanica viene attribuita una propria volontà e personalità. A tale lama fu attribuita la leggendaria Reconquista spagnola, e la signorìa di Rodrigo a Valencia dal 1094 fino all’anno della sua morte. Furono queste qualità, unite alle leggendarie capacità marziali del Cid, che costituirono le basi della sua reputazione di lama invincibile in battaglia.

Spada dalle Sette Lame

La Spada dalle Sette Lame è forse la lama più “leggendaria” in tutto l’Oriente, dato che fu inizialmente creata per puro scopo cerimoniale. Su di essa vi è però una incisione che riporta come con essa un solo uomo possa respingere addirittura 100 altri soldati. E’ tenuta in Giappone, ma solitamente non la espongono al pubblico proprio per il valore che possiede. Non a caso videogames, novel e vari racconti si ispirano proprio a questa spada.

Spada di Wallace

Sir William Wallace è stato un condottiero scozzese che guidò i suoi connazionali alla ribellione contro l’occupazione della Scozia da parte degli Inglesi; nel quadro delle Guerre di indipendenza scozzesi, Wallace combatté anche contro re Edoardo I d’Inghilterra. Wallace è considerato l’eroe nazionale scozzese e la sua spada è conservata come tesoro nzionale al National Wallace Monument.

Excalibur

Excalibur è la più nota e conosciuta spada mitologica europea, appartenuta al grande Re Artù. Non credo servano ulteriori spiegazioni, per la Barba di Merlino, è la Excalibur!!

E siamo giunti al termine di questo articolo sulle spade in One Piece. Le ho sparate davvero grossisime oggi e dovremo attendere Oda per una conferma o una smentita.. Nella speranza che tale rivelazione arrivi a Wano, vi saluto. Alla prossima con un nuovo approfondimento! 

Sommario
Le 12 Saijo, le spade più forti | One Piece Mania
Nome Articolo
Le 12 Saijo, le spade più forti | One Piece Mania
Descrizione
Oggi affrontiamo un approfondimento molto particolare per teorizzare quelle che sono le migliori spade in One Piece, le 12 Saijo O Wazamono! Ma è DAVVERO possibile capirlo?
Autore
Nome Editore
One Piece Mania
Logo Editore
5/5 (6)