One Piece 1080: Les ‘fruits’ du mal, lento all’ira, la s.p.a.d.a. di Damocle

da Stefano 'Cenere' Potì
3473 visualizzazioni

‘Resisti molto, obbedisci poco.’

– Walt Whitman, Foglie d’erba

Hachinosu’s Animal House.

Salve genti, nuova analisi, capitolo 1080: gallina vecchia fa buon Haki.

E si, il 1080 è un piacere da leggere. Goduria per gli occhi, piacere per la mente. I frutti dei Neri, rivelazioni tanto attese sulla Marina, e tanta (ma tanta) tamarragine.

La saga si alterna su diversi fronti, si, ma non altera la coerenza del diagramma generale, perché la textures espositiva è uno schema interattivo che disegna serrati botta e risposta, flussi emozionali; ben lungi dall’essere un bricolage di modelli noti, variazioni prevedibili.

Ci piace? Si, ci piace.

Ma c’è la questione Haki del Re, vero?
Ok, andiamo con ordine allora.
È il momento dell’Elzeviro

Parimenti prossimi

È da mercoledì – a dire il vero, da anni oramai- che sento una forte polemica in merito l’Ambizione del Re. Dalla live spoiler (ogni mercoledì io e Il Mala vi aspettiamo, genti) si è sollevata una lamentela:

  • ormai hanno tutti il Re conquistatore?
  • quale sarà il potere successivo?

Famo a capisse.

In genere sfrutto L’Elzeviro per analisi introduttive, la grammatica del disegno, o le forme della scrittura. Bene, usiamolo anche per le disamine. Perché se non sfatiamo questo mito definitivamente: si riproporrà per tutto l’arco finale. In questa maniera potrò parlare tranquillamente di Garp-boy (nel suo paragrafo specifico).

Allora, semplicemente: trattasi di un classico meccanismo shonen. Per noi lettori son passati anni, ma, nella realtà di One Piece? Senza renderla eccessiva, dal time-skip fino Wano son passati 2 mesi e qualcosa, ora siamo a Egghead. La sensazione del tempo che scorre è molto falsata in noi lettori. Cosa intendo? Che il time skip è durato due anni, non un secolo, che ora – nel tempo che scorre in One Piece – non è cambiato niente:

  • i pirati nell’East Blue sono ancora terrorizzati dalla Rotta Maggiore
  • tutta la gente comune pensa ancora che i frutti siano una leggenda o, al massimo, che i possessori siano dei mostri. Esattamente come la popolazione a Logue Town vede Smoker

Perché vediamo più possessori del Re? La risposta la si definisce nel termine: proiezioni sulla popolazione mondiale.

Diamo veridicità a questo assunto.

Non esistono cifre sicure, ma è stato detto che a Sandy (saga di Alabasta) vivessero 10 milioni di persone, a Fishman Island 6 milioni. Ora. Fregatevene dei numeri, serve il dato demografico. Quindi.

Uno su un milione, no?

Sempre teoricamente dovrebbero esserci 16 possessori, su 16 milioni di persone. Rotta del Paradiso: nella Grand Line ci sono 62 isole, non si conosce la densità degli abitanti per isola, senza contare arcipelaghi fuori rotta. Tre? Quattro? Cinque milioni di abitanti di media? Ok. Diciamo che la densità sia di 300 milioni di persone. Ma, quella rotta è solamente la metà (non si possono fare calcoli nel Nuovo Mondo), quindi, 600 milioni di persone. E sto lasciando volutamente fuori North Blue, East Blue, West Blue e South Blu che sono molto grandi. Si arriverebbe in breve a calcoli di miliardi di persone.

Evitiamo di dire che ormai tutti hanno l’Ambizione del Re.

Esistono 15-16 utilizzatori (sicuramente altri 3-5) del Re: ancora meno quelli capaci di infonderlo come tecnica marziale. Come Kaido. La nostra percezione di tali utilizzatori del conquistatore è diversa: nello Shinsekai.
Dove esistono i più forti, la narrazione li fa avvicendare… e sembrano parecchi. Tutto qui.

Dopo 26 anni il cerchio si stringe. Sulla cima del mondo svettano solo i più forti. È fisiologicamente shonen.

Pensiamo a Garp e Lin Lin, semmai. Perché vale una regola, l’età: parametro assoluto. Garp in presentazione manga aveva 68 anni.
Oda sensei ha detto chiaramente che qualunque potere decade brutalmente. Credo sia una regola shonen che dovremo tenere a mente. A buon intenditor... valuteremo tutto nel suo paragrafo, pazientate.

Perché i pensieri senza riflessione… non sono nulla, direbbe Walt Whitman, artista anticonformista, poeta straordinario. E come lui, Oda sta mettendo Ogni cosa al suo posto. Anche i pensieri di persone diverse, in tempi diversi, in paesi diversi.

Qui non ci sono solo gli eroi. Ma note dissonanti, gli appunti di follia stenografati da Teach nella trama. Con la sua immagine goliardica, a volte piena di rancore, altre (auto)distruttiva. Un buco nero che risucchia il concetto stesso di shonen.

Signore, signori: capitolo 1080…

Un mozzo, cinque stelle

‘Abbandona le tue inibizioni, insegui i tuoi sogni.’

– Walt Whitman

Due fondi di bottiglia per occhiali, voce tremolante, fisico sparuto.

Ora.

Sguardo fiero, timbrica ferma, figura slanciata. Di quelle che si stagliano tra il pericolo e gli innocenti.

Ne ha fatta di strada il mozzo di Alvida.

One Piece ci accompagna da 26 anni, son cose che fanno piacere. Koby è un eroe? Si. È quel tipo di eroe che Luffy non vuole e non deve essere: ed è una cosa meravigliosa.

Per essere un eroe devi grondare muscoli? Avere nobili origini? Governare un paese?

No (Im-Sama, stacce).

È vero, Luffy-boy cambia le persone, non solo i nemici. Koby la sua strada l’ha scelta, dritto come un fuso non l’ha mai cambiata. Impietrito sotto il colpo di Kanabo di Alvida, il pugno di Akainu. Uno sguardo che (seppur tra le lacrime) fonde l’acciaio a venti passi, pugni stretti tanto da far sbiancare le nocche, la voce che tuona verità. Entrambe le volte salvato da pirati.

E io rido come il Gatto del Cheshire.

È un caso? No, è una scelta precisa. Luffy e Shanks scommettono entrambi sulla sua indole latente, il Rosso elogia il suo coraggio puro. Sarà mingherlino, non avrà tutta ‘sta forza (che poi, piano eh, è salito di potenza), ma sono strumenti letterari per suggerire un concetto: questo figlio di buona donna non ha paura di niente.

Per questo Garp lo riconosce (e nel capitolo lo dichiara, definitivamente) come suo erede. Certo, la differenza in termini di forza è abissale. Ma, non ci saremmo arrabbiati di più con la pappa pronta? Ossia. Passano anni, cinepresa su Koby: muscoloso come Kong, alto quanto gli ammiragli, con tecniche potenti come Garp.
Così, de botto, senza senso.

Facciamo uno svolazzo di narrativa speculativa. La dipartita di Garp serve (in termini di trama) a Luffy? Si, certamente. Ma il pirata vede in Shanks un padre. E invece, su Kobi? Che effetti avrebbe? Che succede nel fumetti quando ti ammazzano il sensei? Mmh, meccanismi shonen, mmh.

Nessuno ha la verità in tasca, ci mancherebbe, ma… non parliamo di un Marine comune, ma di chi:

  • diceva a Morgan di non essere degno della Marina
  • urlava (fra le lacrime) ad Akainu di fermare una strage inutile
  • a MF, in un momento di stress parossistico… ha risvegliato la tonalità della percezione, da solo, di sua sponte

Un trauma simile, per come vanno le cose nei manga: risveglierebbe qualcosa in Kobi. Shanks non ha una figura imponente, gli manca un braccio. Eppure, quando si tratta del suo ex capitano: diventa inarrestabile.

L’incidente di Rocky Port, il salvataggio dei reali di Dressrosa. Il Marine si è già distinto. Visto il suo senso di giustizia, ogni volta che vedo Koby mi sfiora la definizione Lento all’Ira.

Per ora

Gocce di buio

‘Viaggiare liberi, amare liberi, corteggiare la distruzione con insulti.

Una casa di follia e gioia!’

– Walt Whitman, Canto di me stesso

Semplicemente folli e bellissimi.

Abbiamo goduto tutti nel vederli, capire i loro poteri, la loro predisposizione alla distruzione. Sono Legione. Un indole sporca, malvagità ante litteram, malevolenza a gogò. La perfezione della natura estrema, insomma. Se Teach è la fonte, beh… i Kurohige sono gocce di oscurità. Temperamento assurdo, idee folli, schegge gettate nella mischia per frantumare ogni tipo di schema. Qualcosa di devastante e assolutamente indecifrabile.

Analizziamo la progenie degli inferi, uno alla volta:

Avalo Pizarro, er gatto. Un gentiluomo così distinto da essere stato cacciato via dalla propria popolazione, tale era il livello di corruzione. Frutto Shima Shima no mi, un uomo-isola. Ha il frutto che smentisce Hemingway, ok ok, faccio il serio. Il frutto ricorda ovviamente quello di Pika, ma più potente. La pietra non è presente in natura come la terra, questo qui può fare danni serissimi. Perché – essendo un’isola – non viene debilitato dall’acqua? Beh, il nucleo reale di Pika era dentro il golem di pietra. In ogni caso, si vede che prende forma dove vuole: gli basta fermarsi una decina di metri lì dove la terra tocca il mare, no? Pericoloso oltre il dovuto: ridendo e scherzando propose di diventare il capitano egli stesso, fermato poi sicuramente solo dalla potenza di Teach.

Shiryū, er fetido. Lo conosciamo benissimo: nessuno – ripeto, nessuno – scrupolo morale, crudeltà e sadismo in progressione dark. Uccide per divertimento. Dare a lui il Suke Suke no Mi è come dare un lanciafiamme ad un piromane.

Vasco Shot, el ciochetér. Un uomo un fiasco. Questo spaventa più di tutti… perché è il classico personaggio che non ha paura di niente. Occhio, ragioniamo insieme, per antonomasia l’alcool toglie completamente ogni inibizione, nel ciclo del buio questo pirata ha… qualcosa di sinistro, il cui dogma è la ferocia:

  • appena giunti a MF, chiede a Teach il permesso di ammazzare chiunque, fregandosene altamente del grado e livello di forza
  • voleva attaccare e radere al suolo una città: perché era a corto di alcool. Ma che personcina a modo
  • Il sesto livello di Impel Down è l’equivalente di un carcere di massima sicurezza per psicopatici irrecuperabili. Beh, gli altri detenuti erano terrorizzati dalla barbarie dei sui crimini

Puro distillato (è il caso di dirlo) di buio. Non conosciamo le applicazioni del suo frutto, ma sappiamo che l’alcool si infiamma che è un piacere. Ah, permettetemi un piccolo bon mot, saranno pure bolle, ma sono bolle di moccio. Per me ormai lui è Vasco Snot. A buon traduttore poche parole.

Sanjuan Wolf, er buzzicone. Non ha mai palesato aperta aggressività, ma se era a ID qualche motivo ci sarà. O è un pacioccone sbadato che fa danno come si muove, ha il Deka Deka no mi: praticamente un gigante che digievolve. Oppure non ha ancora mostrato il suo alone criminale. Vedremo. Il Mala mi ha fatto notare i suoi vestiti, e si, richiamo Elbaf.
Questo si che è interessante.

Tutti i Kurohige sono estremi e pericolosi. Eppure questa combriccola dà i brividi. Se Teach è il cantore della fine del mondo… questa parte del suo ensemble risulta sicuramente: profonda, tribale, apocalittica.

In tempi dispari, abbiamo contesto delle loro azioni, il flashback di Koby avviene settimane prima, quindi:

  • Teach, Vasco e company erano insieme fino poco prima
  • non sappiamo se il gruppo che ha affrontato Law sia presente sull’isola
  • in ogni modo abbiamo per le tracce di Catarina e Lafitte. Temendo a mente due cose: Lafitte conosce benissimo la legge e i poli sociali (era uno sceriffo) e Catarina potrebbe già essere presente, non vista, il frutto Inu Inu no mi è uno dei più versatili mai visti, ed è un mitologico, hanno capacita e poteri extra

Insomma, sono gli Apostol… no, quello è Berserk, vi interessa Berserk, genti? Noi del Bike abbiamo una sorpresa per voi. Seguiteci oggi, durante la Fatal vi daremo una notizia bomba!
Vi lascio il link

https://m.twitch.tv/bikeandraft?desktop-redirect=true

Alla ciurma non mancano certo spirito e classe, le loro carambole sono truci, fuori dagli schemi, comunque siano sparsi i Kurohige: sanno benissimo quel che fanno. Ribelli, infernali. Figli di una irriverenza rocciosa e in apnea sociale, puro esercizio di brutalità spartana e – nel contempo – spettacolare.

Babylon graffiti

‘Non dormirò mai più, ma alzatevi, voi oceani che siete stati calmi dentro di me! Ti sento, insondabile, agitando, preparando onde e tempeste senza precedenti.’

– Walt Whitman, Foglie d’erba

Praticamente il poeta parlava di Teach e del Gura Gura.

Perché BN vuole essere riconosciuto dal GM? Attenzione, il 1080 ha delle informazioni preziosissime. Il sogno di Teach diventa corpo unico con quello di Xebec?

Il pirata ha palesemente ingannato il GM, l’ultima volta era entrato nei 7, gli serviva il protocollo ufficiale per entrare a ID: e l’ha reso un inferno in terra. Ma, gli serviva l’autorizzazione ufficiale. Non credo gli freghi una ceppa del titolo, figuriamoci del prestigio, gli interessa ciò che deriva da un riconoscimento legale. Perché?

Perché tramite quello può ottenere qualcosa, o andare indisturbato in qualche luogo.

Teach è un caleidoscopio di difetti, un buzzurro, bugiardo oltre ogni limite. Ma in quanto pazienza e strategia non è secondo a nessuno. Dietro un aspetto barbaro, si nasconde grande energia e un carattere di ferro. Eccezionale spirito di osservazione, una eccellente capacità di riflettere e unire i minimi particolari all’apparenza insignificanti. Niente gli sfugge. Alle obiezioni di Koby risponde ridendo.

‘Il GM lo farà comunque, sei l’eroe, rifiutando distruggerebbe la sua credibilità’

Sa benissimo come va il mondo. Riflettiamo su questo. Teach vuole battere il sistema dall’interno, non chiedetemi come, non ne ho idea. Ma, riduciamo il ventaglio:

  • il pirata è uno studioso, preciso scacchistica. Ma, non sappiamo di cosa sia esattamente a conoscenza, quindi? In termini di governo saprà di un certo tesoro nazionale? E se si, non abbiamo idea se sappia chi sia
  • non è una questione né monetaria né di prestigio, per due motivi: A) per finanziare i suoi piani non esitò ad estorcere i tributi a Draghi Celesti: gesto che equivale a sfidare apertamente il GM. B) dominava già l’isola di Xebec, l’ha resa la sua Babilonia personale, totalmente senza permesso, indisturbato

Non si tratta di far piegare la testa al GM, anarchico come il suo idolo: lo vuole buttare giù. Anela la rivoluzione. I sogni di Teach generano mostri. Non vuole fare parte del sistema.

Ma imporre la sua visione inacidita sul futuro del mondo.

Il cammino dell’eroe. I collegamenti con Rocky Port, un’ipotesi terribilmente intrigante sui sogni di Teach. E molto altro. Vi lascio il video del Re. Se non avete ancora visto questo contenuto… vi siete persi qualcosa di unico.
A voi il link!

Galaxy… express

‘Un eroe!? Non mi interessa! Siamo Pirati! Amo gli eroi ma non voglio esserlo! Sai almeno cosa ci vuole per essere un eroe!?

– Monkey D Luffy

Eroi.

Trattiamo la S.w.o.r.d. e Garp insieme.

Parlando della Spada notiamo dei fatti interessanti. Inquietanti, per carità, ma interessanti:

  • Kuzan sembra sinceramente sorpreso dalla notizia che Koby sia un membro, abbiamo due accenti in merito: A) il capitano è subentrato dopo la partenza dell’ex ammiraglio, puro e semplice. B) esistono dialoghi falsati nel controspionaggio: atti a fare fronte unico in momenti di necessità. Che Aokiji sappia o meno, per ora è irrilevante. Perché, in base alla risposta di Koby, sviluppa delle ragioni logico-deduttive su cui argomenta. Quindi va bene in entrambi i casi
  • Koby sta recitando? Sappiamo tutti quanto sia radicale e fanatico Akainu, veramente? Veramente è possibile abbia ingoiato il rospo di 30 anni di omicidi e schiavitù a Wano, sostenendo trasversalmente un Imperatore? Quando ha giustiziato un disertore (pur sempre marine, padre di famiglia) in un vicolo? Veramente esiste un simile buco di trama? Perché finora erano mie teorie, ma stavolta Koby dice

‘Il Governo e la Marina non negozieranno mai con un terrorista come te!’

Beh, le strade sono due:

  • o i Marine non sapevano di trent’anni di porcate a Wano (altro che titolo di Re, compravendita di armi con un Pirata, massacro autorizzato di civili), quindi non si potevano ribellare
  • oppure, la Marina è così sul piede di Guerra; così furiosa; così piena di cazzimma verso il GM… da dare più significati al termine incidente di Egghead. O comunque sia, prossima ad agire

Si, lo so. Aramaki ha sbandierato con veemenza le folli idee totalitariste del governo, Wano non è affiliata. Fatto sta che:

  • quelle folli parole none ha dette nessun altro ammiraglio
  • è amicone di Fujitora, e la tigre viola… non sarebbe MAI amico di un malvagio
  • sappiamo cosa hanno stabilito il magma e il ghiaccio a Punk Hazard? No

E questo ci porta al rassegnare i propri gradi, e diventare Spada. Cosa che ha fatto Sengoku, che (sebbene statale) con Rosinante fu letteralmente la prima incarnazione della S.W.O.R.D.

E che – esattamente come Garp – ha rassegnato i propri gradi subito dopo Marineford.

Ma guarda te le coincidenze.

Magari non tutti i fatti collimano, sicuramente c’è molto di più sotto. Ma una cosa… una la so.

Che si tratta di una situazione estremamente favorevole per chi crede nella giustizia. Perché?

  • magari – magari eh – staccarsi di botto dal Governo equivale ad alto tradimento, e senza la forza giusta vieni annichilito dalla tecnologia Vegapunk, il potere di Imu-sama. Quindi: stringi i denti e ti prepari
  • magari – magari eh – mentre ti prepari, degli ex Marine (con i giusti ideali) fanno tutti macelli necessari, attaccano imperatori e vanno ad agire in posti come Dresserosa et similia, lì dove il GM insabbiava che è una bellezza

La Spada può essere molte cose, tra cui: un metodo per rimanere nel sistema, conoscerne le mosse, e prepararsi per buttarlo giù. Chissà. Chissà perché sono 15 anni che non abbiamo visto un frammento del flashback di Punk Hazard. Chissà.

Considerazioni velocissime su Garp (diamine, compare in tre vignette):

  • Garp è parente di Taobaibai di Dragon Ball? Si. Perché come il killer tirava le colonne e ci saltava sopra per viaggiare… Garp avrà fatto lo stesso con la nave
  • Garp ha un bersaglio sopra? Si. Se la sua strada incrocia Teach. A 70 suonati è ancora un’Ira di Dio. Mi spiacerebbe da matti, credetemi. Ma dimentichiamo le parole di Silvers su BN? Quando stavano per darsele ad Amazon Lily? Tenetele a mente
  • Garp ha il conquistatore? Diamine… chi altri dovrebbe averlo più di lui? L’Ambizione del Re può farti divenire tale. Non ti dà voglia o necessità di esserlo. Yamato non ha nessuna smania di conquista. Ace l’ha totalmente piegato a far diventare re una altra persona. Newgate

In più? Garp vuole pace e biscotti, non vuol conquistare una ceppa. Un conto è essere garante della giustizia.

Tutt’altro vedere minacciare il futuro su cui hai scommesso.

Galaxy Express, curioso come in quella storia il protagonista cercasse l’origine dell’oscurità che minaccia il futuro del pianeta.

Bhe, Garp fa la stessa cosa. Cerca l’oscurità (Teach) che minaccia il futuro della pace (Koby).

Come si fa a non essere romantici con One Piece?

Au contraire

Spero di avervi intrattenuti, spinti a riflettere.

Nonostante tanti personaggi contengano luminosità, Oda ha annunciato una dipartita eccellente. Perché, ricordiamocelo, quanto più la luce è intensa. Tanto più l’ombra si fa scura.

Ma è vero anche il contrario.

Come… come dicevano i pirati Nox? Secondo Pedro, Nox è un riferimento al fatto che sia proprio il buio ad anticipare l’alba. Quindi la luce, la stessa che può illuminare la strada… quella che porta verso il Sole.

Godiamoci il viaggio, genti

‘Tieni sempre il viso rivolto verso il sole e le ombre cadranno dietro di te.’

– Walt Whitmann

Cenere

Related Posts